Ad Ecomondo assegnato il Premio Sviluppo sostenibile

La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Ecomondo, ha organizzato anche quest’ anno il Premio per lo Sviluppo Sostenibile con  l’alta adesione del Presidente della Repubblica.
Il Premio ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che raggiungano rilevanti risultati ambientali, con iniziative innovative, buone possibilità di diffusione e positivi risultati economici e occupazionali.

BlaBlaCar, la piattaforma di sharing mobility che permette di condividere i viaggi, BeonD, la start up che produce un’innovativa auto elettrica da città e Mercatino, la rete di franchising dell’usato che ha reso la cultura del riuso un asset industriale,  sono le tre realtà produttive che hanno vinto il Premio 2015. La Commissione, formata da Edo Ronchi, Silvia Zamboni, Barbara Covili, Walter Facciotto, Luciano Morselli e Roberto Pelosi,  ha individuato i vincitori all’ interno di tre sezioni, mobilità sostenibile, start up della green economy, rifiuti e risorse.

Accanto ai tre vincitori ci sono state altre 9 aziende per ogni categoria cui è stata consegnata una targa di riconoscimento.

Nella categoria Rifiuti e Risorse – Ambiente: San Vitaliano (NA) per “GREEN HOUSE”, un’isola ecologica mobile automatizzata; Ambienthesis – Segrate (MI), per un impianto mobile per trattare terreni contaminati e inerti; Cartonspecialist – Settimo Milanese, per vaschette e piatti biodegradabili, compostabili e riciclabili; CHEP Italia – Milano, per un nuovo quarto di pallet realizzato con polipropilene riciclato; Ecocentro Tecnologie AmbientalI – Gorle, per impianto trattamento rifiuti da spazzamento strade; Giunko -Bologna, per un’app che dal codice a barre di una confezione dice come differenziarla; Italferro – Divisione Ecofer – Roma, per la realizzazione di due impianti per il recupero del car fluff; Lavazza -Novamont, per la capsula compostabile per caffè espresso, realizzata in Mater-Bi; Solval- Rosignano Marittima, per il recupero di prodotti sodici residui derivati dalla depurazione dei fumi.

Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.