CONAI premia le aziende che scelgono imballaggi eco-sostenibili

Si è conclusa con la proclamazione delle aziende vincitrici la seconda edizione del “Bando CONAI per la prevenzione – Valorizzare la sostenibilità ambientale degli imballaggi”, promosso da CONAI, Consorzio Nazionale Imballaggi, per premiare le soluzioni di packaging più innovative e ecosostenibili immesse sul mercato nel biennio 2013-2014.

56 i progetti ammessi – su 91 presentati e 38 i casi vincitori, provenienti da 39 aziende. I 56 casi ammessi hanno conseguito una effettiva riduzione dell’impatto ambientale degli imballaggi mediamente quantificabile in una riduzione del 49% delle emissioni di CO2 in atmosfera, nel risparmio dei consumi di energia del 50%, e nella riduzione del consumo di acqua del 51%. Ampio lo spettro dei settori interessati dagli interventi di prevenzione, con maggiore incidenza dell’alimentare (prodotti solidi e liquidi), della detergenza e della cura della persona, e presenti anche l’elettrico e l’elettronica e la movimentazione. I casi ammessi coprono tutti i 6 materiali di imballaggio (acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro).

Al bando potevano partecipare tutte le aziende consorziate che hanno rivisto il proprio packaging in ottica di innovazione e sostenibilità ambientale, agendo su almeno una delle seguenti leve: riutilizzo, risparmio di materia prima, ottimizzazione della logistica, facilitazione delle attività di riciclo, utilizzo di materie provenienti da riciclo, semplificazione del sistema imballo e ottimizzazione dei processi produttivi. I casi ammessi rappresentano la concreta attuazione di 96 diverse azioni di prevenzione e tra queste le più frequenti sono il risparmio di materia prima, l’ottimizzazione della logistica e la semplificazione del sistema di imballo. Nel 75% dei casi si tratta di interventi promossi sull’imballaggio primario, il restante 25% ha riguardato invece gli imballaggi secondari e terziari.

Le candidature sono state analizzate attraverso lo strumento Eco Tool di Conai (www.ecotoolconai.org), che permette di calcolare, attraverso un’analisi LCA semplificata, gli effetti delle azioni di prevenzione attuate dalle aziende sugli imballaggi attraverso una comparazione prima-dopo in termini di risparmio energetico, idrico e di riduzione delle emissioni di CO2.

Il Consorzio Nazionale Imballaggi ha messo a disposizione dei progetti più meritevoli un monte premi di 200.000 euro, di cui 60.000 euro destinati ai 6 casi più virtuosi, uno per ciascun materiale di imballaggio.

Il Bando CONAI per la prevenzione rientra nel più ampio progetto “Pensare Futuro”, che raccoglie le iniziative ideate dal Consorzio sul tema della prevenzione dell’impatto ambientale degli imballaggi. Prevenzione significa adottare interventi finalizzati alla riduzione dell’impatto ambientale degli imballaggi, che incidono non solo sulla quantità delle materie utilizzate, ma anche sui processi di produzione e di utilizzo, considerando così l’intero ciclo di vita dell’imballaggio stesso.

Vincitori premio speciale:
B&B Frutta s.r.l. (premio speciale per imballaggi in legno)
Giorgio Fanti S.p.A. (premio speciale per imballaggio in acciaio)
Just Italia s.r.l. (premio speciale per imballaggi in alluminio)
Orogel Società Cooperativa Agricola (premio speciale per imballaggi in vetro)
Scatolificio Porrettana s.r.l. in collaborazione con S.P.M. Drink Systems S.p.A. (premio speciale per imballaggi in carta)
Vimar S.p.A. (premio speciale per imballaggi in plastica)

Fonte: Ufficio stampa CONAI

Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.