DEPOSITO NAZIONALE DEI RIFIUTI RADIOATTIVI: NON solo IL LUOGO, BISOGNA ANCHE AVERE UNA TERMINOLOGIA COMUNE

Fino al 15 febbraio è in inchiesta pubblica finale il progetto di norma UNI sui termini relativi al decommissioning degli impianti nucleari e alla gestione dei loro rifiuti.

In questi giorni che vedono un acceso dibattito ospitato dai media sulla futura collocazione dei siti idonei per il “Deposito Nazionale dei rifiuti radioattivi”, si trova in fase di inchiesta pubblica finale il progetto di norma UNI 1604803 che definisce la terminologia relativa all’attività di disattivazione degli impianti nucleari (decommissioning) e alla gestione dei rifiuti da esse derivanti.

Il progetto Disattivazione impianti ed installazioni nucleari – Gestione e smaltimento dei residui radioattivi – Glossario è frutto del lavoro della Commissione “Tecnologie Nucleari e Radioprotezione UNI e rimarrà in inchiesta pubblica finale – ovvero la fase finalizzata a raccogliere i commenti degli operatori e a ottenere il consenso più allargato possibile prima che il progetto diventi norma – fino al 15 febbraio 2021 (liberamente scaricabile dalla banca dati online del sito UNI all’indirizzo http://bit.ly/3i9zKRr).

Lo smaltimento in sicurezza dei rifiuti radioattivi a chiusura del loro ciclo di vita è da sempre un tema “caldo” insieme a quello della restituzione dei siti privi di vincoli di natura radiologica: sono pratiche che coinvolgono e coinvolgeranno in futuro un numero importante di competenze tecnico-gestionali, chiamate di volta in volta a dare il proprio contributo specialistico alla risoluzione delle problematiche emergenti e cogenti.

Per adeguare la terminologia italiana alle direttive europee è necessario un glossario dedicato alla disattivazione degli impianti nucleari e alla gestione dei rifiuti radioattivi. Il documento si propone di mettere a disposizione degli addetti uno strumento di immediata consultazione che – basato sulle terminologie già disponibili, opportunamente verificate e integrate – fornisca un glossario coerente con un quadro complessivo aggiornato delle fasi di disattivazione delle installazioni nucleari e del ciclo di vita dei rifiuti radioattivi.

“Il progetto di norma UNI è il frutto del lavoro di circa tre anni della Commissione, che ha analizzato le definizioni derivanti da norme UNI precedenti, da leggi, decreti e normativa nazionale, da standard internazionali dell’Agenzia Atomica AIEA, dell’ISO, della IEC e delle guide tecniche dell’Autorità di Sicurezza” commenta Massimo Sepielli, Presidente della Sottocommissione UNI “Terminologia nucleare” e Dirigente di Ricerca – Direzione Dipartimento Fusione e Sicurezza Nucleare dell’ENEA. “L’obiettivo è realizzare un corpo unico di definizioni, organico e comune per gli operatori, gli enti, le imprese e in generale tutti gli attori che parteciperanno al decommissioning delle centrali nucleari e impianti del ciclo del combustibile e alla localizzazione, progettazione e realizzazione del DNPT (Deposito Nazionale e Parco Tecnologico). Il glossario comprende più di 250 termini e verrà pubblicato proprio in concomitanza con la pubblicazione della CNAPI, la carta dei siti potenzialmente idonei a ospitare il deposito nazionale”.
Fonte: UNI

Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.